Il nuovo Conseil de Direction

Si è svolta martedì 27 Maggio 2014 la riunione del Conseil des Communautés dell’Union Valdôtaine Progressiste con, all’ordine del giorno, le elezioni europee, la situazione politica in Valle e la votazione, avvenuta a scrutinio segreto, del nuovo Direttivo del Movimento. Sui punti più propriamente politici, così commenta la Presidente Alessia Favre: “Abbiamo preso atto, con soddisfazione, del buon lavoro svolto per le elezioni Europee, nelle quali il candidato autonomista Luca Barbieri espressione della coalizione all’interno della lista Pd ha riportato un interessante risultato. Positivo il risultato in termini di preferenze riscosse, ma soprattutto possiamo dire di aver ampiamente dimostrato che l’elettorato valdostano sta premiando le forze di opposizione e il progetto delle Renaissance e che il vento del cambiamento soffia anche in Valle d’Aosta”. Inoltre ha aggiunto la presidente: “ la non partecipazione alle elezioni europee da parte dei movimenti dell’ex maggioranza non ha di molto modificato la partecipazione alle urne, segno che la politica valdostana può andare avanti anche senza l’UV e la Stella Alpina”.

D’intesa con il Gruppo degli eletti, l’UVP ha poi ribadito la vigile attenzione sulla crisi politica in corso in Valle d’Aosta, mantenendo sul punto quegli elementi di coerenza già espressi nel corso del nostro recente Congresso. “La crisi perdura e pare non esserci alcuna soluzione, se non vani tentativi da parte di qualcuno di spaccare gli altrui movimenti e di dirsi, ritornando alle elezioni europee, portatori d’acqua. Le soluzioni pasticciate non solo non ci piacciono e ribadiamo la necessità di risolvere la crisi in maniera seria e chiara e senza perdere ulteriormente tempo”.

Il nuovo Direttivo, espressione anche di un criterio di territorialità, è composto dai seguenti membri (in ordine alfabetico) e in una successiva riunione verranno definiti VicePresidenti e deleghe specifiche: Chantal Bernini, Elisa Bonin, Claudio Brédy, Claudine Brunod, Luciano Caveri, Daniele Collomb, Alessandro Glarey, Corrado Jordan, Elaine Lunghini (designata dai giovani), Fabio Marra, Nadia Noro, Sabina Thoux, Dino Viérin e Andrea Vuillermoz.