La lettera di dimissioni di Laurent Viérin

Ho rassegnato oggi le mie dimissioni sia da Assessore che da Consigliere regionale, non soltanto per senso di responsabilità nei confronti delle istituzioni, ma anche per la coerenza che mi anima, e che ha animato tutto il mio percorso personale, politico e amministrativo, fatto di battaglie e di impegno in favore dei valori e dei principi in cui credo, in primis la legalità, così come per rispetto alla mia storia personale, vissuta portando avanti con orgoglio e dignità quegli ideali radicalmente autonomisti che, ancora oggi, dobbiamo difendere.

Rimetto il mio mandato per proteggere quindi quelle istituzioni di cui, per oltre 20 anni, nel mio Comune prima, e in Regione dopo, ho fatto parte , amministrando con dovizia e senza macchia di sorta, e per avere la possibilità di difendermi, e di difendere la mia dignità, per accuse che respingo con forza, per un mondo lontano dalla mia cultura e dai miei princìpi, e per le quali avrò modo di dimostrare la mia estraneità e innocenza.