Dalle parole ai fatti

La Valle d’Aosta è l’unica regione in Italia a non avere un comune virtuoso, ovvero che abbia raggiunto l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata. La discarica è quasi al collasso, la tariffa rifiuti è diventata sempre più ingiusta ed insostenibile, ricadendo inevitabilmente sulle tasche dei cittadini.

Il buon senso imporrebbe quindi di adottare immediatamente un nuovo modello di gestione e raccolta dei rifiuti, differente dall’attuale, più efficiente, non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico, che applichi fin da subito i nuovi indirizzi ed obiettivi regionali (separazione, raccolta e valorizzazione umido, Tariffa puntuale ecc…). Tutto questo si tradurrebbe, per i cittadini e le imprese, in minori costi.

Per l’Union Valdôtaine Progressiste urge voltare pagina, fintanto che esiste ancora il libro! Costruire tutti assieme uno scenario nuovo nella gestione dei rifiuti, ribaltando i termini della questione: da problema a opportunità, da emergenza a risorsa, da sperpero a guadagno, da “vantaggio di pochi” a “vantaggio di tutti”, da danni ambientali a tutela del territorio. Invitiamo quindi i nostri sostenitori ad indossare una maglietta bianca e trovarsi mercoledì 24 settembre alle 18 di fronte a Palazzo regionale per chiedere che finalmente dalle parole si passi ai fatti!

Fabio Marra