Iniziative per il prossimo consiglio regionale

Il Consiglio regionale è convocato per lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 luglio 2014, con inizio alle ore 9, in seduta ordinaria e, a seguire, in seduta europea e internazionale.

La seduta ordinaria prevede l’esame di un ordine del giorno composto di trentotto oggetti, di cui 8 interrogazioni, 21 interpellanze e 1 mozione. I Consiglieri saranno inoltre chiamati a sostituire la Consigliera Marilena Péaquin Bertolin in seno alla seconda Commissione “Affari generali” e a valutare la sussistenza di una causa di insindacabilità del Consigliere regionale Stefano Ferrero, ai sensi dell’articolo 3 della legge regionale n. 27 del 2005.

Riguardo alle interrogazioni, il gruppo Partito Democratico-Sinistra VdA ha chiesto informazioni sulle misure anticrisi previste per il 2014, mentre il gruppo Alpe ha posto l’attenzione sulle «modalités de traitement des pièces archéologiques retrouvées au chantier de l’hôpital». Il Movimento 5 Stelle ha voluto sapere quali iniziative siano state intraprese per la redazione di un disegno di legge per la regolamentazione dell’attività delle Agenzie di viaggio sul territorio regionale e quali criticità siano state riscontrate nella valutazione delle situazioni reddituali ai fini dell’ottenimento di interventi economici a favore di soggetti non autosufficienti. Il gruppo UVP, con quattro interrogazioni, si è soffermato sull’adozione di misure atte a garantire il mantenimento del servizio di trasporto scolastico nella valle del Lys, sulla presenza dell’operatore di sostegno per gli alunni disabili della scuola d’infanzia anche dopo la chiusura dell’anno scolastico delle scuole primarie, sull’applicazione della legge regionale che disciplina l’esercizio della professione di guida turistica, sulla situazione dell’iter tecnico-amministrativo per il rilascio dell’agibilità della palestra di Lucoli presso l’Aquila finanziata dalla Regione, dagli enti locali e dai cittadini valdostani a seguito del terremoto in Abruzzo.

In merito alle interpellanze, una iniziativa è stata presentata congiuntamente dai quattro gruppi di opposizione e riguarda il futuro utilizzo della struttura dell’ex Centrale Laitière di Aosta.

Il gruppo Alpe ha poi proposto cinque interpellanze: individuazione di criteri per l’acquisizione di pubblicazioni da parte dell’Amministrazione regionale; respect du particularisme linguistique de la Vallée d’Aoste dans l’information télévisée et radiophonique publique; risultanze dei lavori di riqualificazione di piazza Deffeyes ad Aosta; interventi operati presso società partecipate, enti pubblici e aziende dipendenti dalla Regione per il rispetto delle norme in materia di trasparenza; sostegno alle Amministrazioni comunali per l’adeguamento delle strutture attinenti alla linea ferroviaria alle misure di sicurezza richieste da RFI.

Il gruppo Movimento 5 Stelle ha depositato tre interpellanze: la prima riguarda l’individuazione di criteri per la nomina del nuovo dirigente della Fondazione per la formazione professionale e turistica, la seconda è sulla riorganizzazione del lavoro presso la Casa da gioco di Saint-Vincent, la terza tratta la predisposizione di un disegno di legge in materia di commercio, a seguito della sentenza n. 104/2014 della Corte costituzionale.

Il gruppo PD-Sinistra VdA illustrerà quattro interpellanze riguardanti la pratica del narghilé presso locali pubblici, i problemi occupazionali per i lavoratori dell’ex Sea e Nuova Energia srl, le modalità di intervento per la sistemazione idraulica del torrente Maçoin nel comune di Sarre e l’adattamento del piano di studi del corso di laurea in scienze della formazione primaria all’ordinamento scolastico valdostano.

Sono otto le interpellanze iscritte dal gruppo Union Valdôtaine Progressiste: modalità di gestione dell’iniziativa volta a incrementare l’arrivo di giocatori cinesi al Casino di Saint-Vincent; strategie per l’ottenimento dei fondi europei e statali necessari all’ammodernamento dell’infrastruttura ferroviaria Aosta-Torino; interventi per consentire agli operatori del settore agricolo di beneficiare del sostegno finanziario per l’acquisto di attrezzature agricole relativamente al bando dell’anno 2013; limitazione del conferimento di incarichi a lavoratori in quiescenza nell’ambito della riforma della pubblica amministrazione; interventi per l’individuazione di una soluzione giuridica alla decisione assunta dalla Corte costituzionale sull’applicazione delle norme in materia di abbattimento delle barriere architettoniche anche per i rifugi alpini raggiungibili solo mediante sentieri; applicazione di sanzioni per gli enti locali in caso di violazioni del patto di stabilità; lavori di realizzazione delle nuove funivie del Monte Bianco e piano finanziario per la gestione della struttura; modalità di applicazione per gli enti locali e le società partecipate delle disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili di cui al decreto legislativo n. 118/2011.

Il Consiglio tratterà poi una mozione, presentata congiuntamente dai gruppi M5S, UVP, PD-SVdA e Alpe, per l’avvio di un’indagine a livello regionale per una verifica dei costi praticati dai vari istituti di credito per la gestione delle apparecchiature POS, ossia dei dispostivi elettronici per i pagamenti con carte di credito, di debito e prepagate.

Il Consiglio proseguirà i propri lavori riunito in sessione europea e internazionale. All’ordine del giorno figurano tre punti: la relazione del Presidente della Regione delle attività di rilievo europeo e internazionale svolte dalla Regione nell’anno 2013, così come previsto dalla legge regionale 16 marzo 2006, n. 8; le linee di indirizzo programmatiche per le attività di rilievo europeo e internazionale della Regione per la 14a Legislatura; il disegno di legge che reca disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Regione derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea (legge europea regionale 2014), di cui è relatore il Consigliere Joël Farcoz, e sul quale la prima Commissione “Istituzioni e autonomia” ha espresso parere favorevole a maggioranza, con l’astensione dei gruppi UVP, Alpe, PD-SVdA e M5S, nella riunione del 15 luglio scorso.

Si ricorda che i lavori dell’Assemblea saranno trasmessi in diretta sul sito del Consiglio regionale (www.consiglio.vda.it) oltre che sul canale digitale terrestre Aujourd’hui Vallée.