Allegato 5
Statuto UVP 12 marzo 2016 e s.m.

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL CONSEIL DES COMMUNAUTES

 

PARTE I

COMPOSIZIONE

Art. 1

Il Conseil des Communautés è formato da un massimo di 79 membri designati su base territoriale e di diritto dal President, dal responsabile dei Giovani Progressistes, dal capogruppo in Consiglio regionale, dagli eletti in Consiglio regionale, nel Parlamento Italiano, nel Parlamento Europeo, da un rappresentante degli élus du territoire e dai componenti del Conseil de Direction.

Art. 2

I membri designati vengono indicati dai Groupes territoriali regolarmente costituiti, nel numero di uno per ciascun gruppo (vedi art.2 regolamento di Costituzione dei Groupes Progressistes).

Per ciascuna delle otto Unités des Communes e per il comune di Aosta vi è la possibilità, annualmente in assemblea territoriale, di integrare il numero dei rappresentanti delle stesse al fine di rappresentare anche gli aderenti e simpatizzanti dei comuni nei quali non sono costituiti gruppi territoriali, fino al raggiungimento del numero massimo complessivo sotto indicato:

Valdigne                              massimo  5 rappresentanti

Grand Paradis                         massimo 13 rappresentanti

Monte Emilius                        massimo 10 rappresentanti

Grand Combin                        massimo 11 rappresentanti

Monte Cervino                        massimo 12 rappresentanti

Evancon                               massimo   9 rappresentanti

Mont Rose                            massimo   9 rappresentanti

Walser                                massimo   4 rappresentanti

Il numero dei rappresentanti del Comune di Aosta è stabilito in numero di 6.

Tale integrazione dovrà tener conto del rispetto del principio della territorialità e del criterio di proporzionalità tra aderenti e simpatizzanti di ogni zona.

Allo scopo di promuovere ed assicurare l’obiettivo della parità tra i sessi, in attuazione dell’art. 51 della Costituzione Italiana, il Movimento promuove la partecipazione di entrambi i generi negli organi di rappresentanza in misura non inferiore al 20% in linea con quanto stabilito dalla normativa regionale in materia elettorale.

Art. 3

Possono candidarsi a fare parte del Conseil des Communautés solamente gli aderenti all’UVP, ad esclusione di quelli che ne fanno parte di diritto come sancito nel precedente art 1.

Art. 4

La votazione per la designazione dei membri del Conseil des Communautés si svolge a scrutinio segreto. In ogni assemblea dei gruppi territoriali o di Unité des Communes sono designati a fare parte del Conseil des Communautés i candidati che raccolgono il maggior numero di voti. Per il caso in cui due o più candidati raccolgono lo stesso numero di voti verrà designato il candidato più giovane.

PARTE II

COMPOTENZE E FUNZIONAMENTO

Art. 5

Il Conseil des Communautés esplica le funzioni di cui all’art . 13 dello Statuto dell’UVP.

Art. 6

Il Conseil des Communautés è convocato in seduta ordinaria, di norma almeno quattro volte all’anno dal Presidente dell’UVP o, in sua assenza, da uno dei vice presidenti, con preavviso di almeno 7 giorni dalla data stabilita, salvo in casi di motivata urgenza. Esso è convocato in seduta straordinaria ogniqualvolta se ne ravvisi la necessità. Inoltre, il Conseil des Communautés deve essere convocato qualora venga richiesto da almeno un quarto dei suoi componenti designati.

Art. 7

Le riunioni sono valide, in prima convocazione, quando sono presenti almeno i due terzi dei suoi componenti e in seconda convocazione quando è presente la metà più uno dei componenti medesimi.

Il Conseil des Communautés è presieduto dal presidente dell’UVP o, in sua assenza da uno dei vice-presidenti.

Le deliberazioni sono assunte con voto a maggioranza dei presenti aventi diritto al voto.

Possono presenziare al Conseil des Communautés, senza diritto di voto, tutti gli aderenti all’UVP.