3 gennaio 2013: quattro anni di politica progressista

 Réunir pour Réussir

Il y a quatre ans une soirée magique et passionnante a vu la naissance de notre Mouvement et la signature de l’affiche des principes progressistes.

Nous, fondateurs de UVP, nous étions à Hône devant un public de valdôtains convaincus de la nécessité de donner vie à un nouveau projet politique auquel confier un programme solide et novateur de changement.

Depuis lors, semblent être passés plus de quatre ans, face à tous les évènements qui se sont passés. Combien de travail, combien de rendez-vous et surtout combien de batailles politiques! Et comme dans tous les projets nous avons partagé des émotions, des joies, des déceptions, des discussions, des querelles et des éclaircissements, des abandons de personnes importantes et de qualité, mais aussi la venue de nouveaux membres: personnes enthousiastes et compétentes.

Quel 3 gennaio iniziavamo un’avventura che non sapevamo dove ci avrebbe portato come non sapevamo quale organizzazione avremmo dato al nostro progetto. L’unica cosa che sapevamo è che avremmo lavorato, tutti insieme, per combattere un modello di governo che giudicavamo sbagliato e dannoso per lo sviluppo della Valle d’Aosta e mortificante per il vivere quotidiano dei valdostani. Oggi, a distanza di quattro anni, è normale guardarsi indietro ed interrogarsi sulla strada percorsa, sulle scelte fatte e non fatte, sui progetti realizzati e su quelli che si sono interrotti o che non sono nemmeno iniziati. Troppo presto però per fare delle valutazioni definitive sugli obiettivi raggiunti o sugli errori compiuti, perché ci sarà tutto il tempo di farle quando la politica, oggi ancora in grande movimento, rallenterà e le posizioni si saranno assestate. Oggi è tempo di completare, ognuno dalla posizione che ha assunto nei momenti cruciali e fondamentali del movimento e in particolar modo in questi ultimi mesi, il compito che ci è stato affidato quattro anni fa da chi era presente a Hône: far germogliare nella nostra Valle il germe del cambiamento che porti all’estinzione di quel modello ormai superato di fare politica che tanto ha penalizzato la crescita sociale, economica e culturale e ha ridotto i diritti e le libertà dei valdostani.

UVP, come in ogni storia di vita, è stata generata, si è alimentata dell’entusiasmo della gioventù, che ha prodotto, a volte, scelte frettolose e inconcludenti, e oggi, da movimento maturo, è dotata di pragmatismo e di concretezza che, insieme all’esperienza fatta, permettono di affrontare con lucidità e lungimiranza una situazione politica molto difficile.

Notre devise, “Reunir Réussir”, tend à unir les différentes sensibilités autonomistes qui visent à un nouveau modèle de gouvernement et de développement. Un modèle d’unité et de partage d’un défi commun qui est d’actualité aujourd’hui et qui est prêt à devenir un projet politique pour la Vallée d’Aoste. Un projet de liberté pour les Valdôtains qui naîtra avec ceux qui sauront se pencher vers l’avenir sans poser des veto à l’égard des personnes.

Le president UVP

Luigi Bertschy