Precisazioni in merito alle dichiarazioni del consigliere Albert Chatrian, su alcuni canali social, relative alle procedure di selezione per l’assunzione degli operai idraulico-forestali

In merito alle dichiarazioni del Sig. Chatrian ci teniamo a fare alcune precisazioni, esternando “pas mal” di stupore e di dispiacere nell’apprendere come, col proseguire della campagna elettorale, i toni si stiano decisamente abbassando anche con dichiarazioni mendaci e inopportune.

Relativamente alle procedure di selezione per l’assunzione degli operai idraulico-forestali, ci teniamo a precisare che il piano degli interventi approvato dalla Giunta Regionale nel mese di aprile 2018 ha come finalità principale la manutenzione del territorio che prevede a tale scopo l’assunzione di 400 operai per un periodo di n. 110 giornate lavorative.

Il reclutamento delle suddette maestranze, la cui procedura di assunzione è stata per altro condivisa con le Organizzazioni Sindacali, è stato approvato dal Consiglio Regionale con presenti e votanti n. 34 di cui 21 voti favorevoli, 12 astenuti (tra cui il consigliere Albert Chatrian) e 1 contrario.

La norma è perfettamente conforme alla normative nazionali vigenti per il reclutamento dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Successivamente si è provveduto a definire i contenuti e approvare i bandi delle 17 procedure selettive, nominare le relative commissioni, raccogliere le n. 2131 domande dei candidati e formare le relative graduatorie.

Trattandosi di selezione per l’accesso ad una Pubblica Amministrazione, seppur con contratto di diritto privato, il contenuto delle procedure selettive e la domanda per l’ammissione alle selezioni sono state predisposte tenendo conto delle norme che disciplinano la materia.

  • Riteniamo  comunque opportuno, anche nel rispetto del lavoro svolto dagli uffici, evidenziare che prima del ricevimento delle domande gli uffici del Dipartimento Corpo Forestale della Valle d’Aosta e risorse naturali si sono adoperati per fornire ai candidati le necessarie informazioni ai fini della loro corretta compilazione fornendo la dovuta assistenza agli interessati.
  • Crediamo, infatti, noi dell’Union Valdôtaine Progressiste, che, al di là delle posizioni personali che gli esponenti politici tutti possono avere, sia sempre doveroso portare rispetto per le strutture dell’Amministrazione Regionale che quotidianamente si adoperano per il migliore svolgimento delle pratiche da portare avanti e riteniamo sia piuttosto miope banalizzare o strumentalizzare tali attività svolte da lavoratori coscienziosi per fini prettamente elettoralistici.
  • Sottolineiamo, inoltre, che per quanto concerne le visite mediche i candidati, sulla base delle graduatorie stilate, sono stati avviati a visita preventiva obbligatoria presso il medico competente in materia di tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro. Non comprendiamo in alcun modo l’inutile richiamo del consigliere Chatrian a presunte visite presso gli uffici di Medicina Legale e fuorviante  riferimento al fascicolo sanitario elettronico per il quale il medico competente non ha nessuna consultazione, ennesima dimostrazione di una non completa conoscenza dell’argomento, mossa dalla sola volontà di polemica “à tout prix”.
  • Precisiamo che allo stato attuale sono state espletate n. 13 procedure con pubblicazione delle relative graduatorie e sono in corso di espletamento n. 4 procedure per le quali era prevista la prova teorico-pratica.

Sono già stati assunti gli operai specializzati e qualificati super con il profilo da vivaista e qualificati con profilo di aiuto vivaista, mentre nei prossimi giorni si procederà all’assunzione degli operai qualificati super e qualificati da assegnare alla cura del verde pubblico, alla gestione delle aree naturali e dei percorsi attrezzati e in ogni caso con la seconda quindicina di maggio si procederà all’apertura di tutti i cantieri garantendo il periodo lavorativo maggio-novembre, come del resto già avveniva nelle scorse stagioni.

A conclusione di queste precisazioni, che riteniamo doverose per il lavoro svolto con serietà che rivendichiamo e nel totale interesse della comunità, ci pare opportuno ribadire al Sig. Chatrian che i 400 addetti di cui sopra, comprendono l’assunzione di n. 25 addetti, over 50 uomini e over 45 donne, limiti di cui non si tiene conto nel caso di invalidità, nei piani di intervento in ambito agricolo.

Alle parole, da sempre, preferiamo i fatti.