Comunicato stampa

Del Presidente UVP Elisa Bonin

Siamo lieti di vedere confermati da parte del Presidente Marquis i propositi di quel cambiamento che gli abbiamo chiesto, assieme ad altri, di assumerne la contitolarità il 10 Marzo scorso candidandolo al ruolo di Presidente, in un progetto a termine per cambiare un sistema superato e risolvere alcune urgenze.

Propositi che animano UVP sin dalla sua nascita e che hanno portato ai tanti risultati di questa legislatura. Siamo felici che questi propositi siano stati trasferiti anche a chi, questa legislatura, l’aveva iniziata con altro spirito contrapponendosi a questo cambiamento che nel 2013 si auspicava.

A chi oggi condivide questa direzione ci sentiamo di dire che il cambiamento oltre ad essere invocato va concretizzato, se veramente lo si vuole perseguire. Per proseguire sulla rotta del cambiamento infatti, ricordiamo che lo stesso deve prescindere dalle posizioni personali o dai posti di potere da difendere, memori che proprio dall’incapacità o dalla non volontà di riuscire a separare il proprio ruolo dalla situazione di ingovernabilità creatasi, è nato il progetto del 10 marzo contro l’uomo solo al comando. Errore grossolano che non vorremmo si ripetesse.

Non vorremmo inoltre rimanere ingabbiati in un governo ed in una maggioranza che aveva il solo compito di affrontare alcuni dossier urgenti in attesa dell’autonoma definizione di progetti politici futuri. Al presidente Marquis non sarà infatti sfuggito che a questa maggioranza manca coesione politica e programmatica su temi importanti e concreti, ad esempio quello di CVA e che una crisi, prima di essere aperta da Alpe e rilanciata oggi dallo stesso Presidente in realtà era già iniziata prima dell’estate con le dimissioni di Elso Gerandin dalle Commissioni.

Uvp, dal canto suo, continuerà a lavorare, con tutta se stessa come ha sempre fatto, in nome e per conto del cambiamento assieme a chi ha a cuore gli interessi e le sorti della Valle d’Aosta.

Charvensod, 30 Settembre 2017
Per l’UVP – La presidente Elisa Bonin