Buon Tor a tutti

Uvp, impegno mantenuto.

Ora che le due gare, 4K e Tor des Géants, sono arrivate entrambe al traguardo, è tempo di bilanci.

È innanzitutto doveroso ringraziare, per l’opera svolta, tutti i volontari che si sono attivati, per lo più a favore di entrambe le manifestazioni, a testimonianza che nel momento del bisogno la nostra gente sa sempre mostrare le migliori qualità di solidarietà e di unità d’azione. È grazie alla loro presenza nei diversi punti di presidio, con lunghi turni, a volte doppi per problemi di mancanza di cambi dovuti alla carenza di personale volontario, che i due eventi si sono svolti regolarmente.

Organizzare quindi due manifestazioni del tutto analoghe, sostanzialmente sugli stessi percorsi e a distanza di pochi giorni, si è dimostrata una scelta insensata, che ha allontanato la gente, i volontari ed ha danneggiato il territorio regionale e gli sportivi. La competizione doveva esserci sì, ma tra i concorrenti di un’unica gara e non tra gare.

Purtroppo non è stato così per quest’edizione bisestile (sarà un caso?). Così NON dovrà essere per l’edizione 2017. Ora prima di promuovere nuove edizioni forse sarebbe il caso di verificare le disponibilità dei volontari, perché il rischio il prossimo anno sarà quello di trovarsi senza assistenza. Inoltre è fondamentale che i rappresentanti in Consiglio Valle lavorino affinché prevalga il buon senso e si ritorni a dialogare e lavorare tutti insieme per l’organizzazione di un’unica manifestazione sportiva che possa riportare quella magia, quel fascino e soprattutto quell’entusiasmo che in tutti questi anni abbiamo sempre vissuto grazie al Tor des Géants. Questa dovrà essere la sintesi di entrambe le esperienze e delle migliori professionalità al fine di arrivare ad un grande evento, che abbia il minimo impatto sul bilancio regionale e che dovrà rappresentare l’eccellenza della Valle d’Aosta conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo.